Milano in tre giorni: ecco che cosa vedere ad aprile

Non solo moda e shopping, ma anche arte e natura.

21 Dicembre 2018

Fra le mete di viaggi del 2019 una destinazione imperdibile è la città di Milano: la metropoli della moda internazionale, dello shopping e della musica è pronta ad accogliere i visitatori con le sue vibrazioni mitteleuropee e a conquistarlo con panorami mozzafiato.

Che cosa vedere a Milano in 3 giorni.

Non hai molto tempo a disposizione e non vorresti perderti il meglio di Milano? Ecco un itinerario strutturato su tre giorni, che raccoglie le spunti e suggerimenti in grado di soddisfre ogni esigenza. 

Giorno 1.

Se hai deciso di visitare Milano senza perderti nulla, non puoi fare a meno di partire da una visita al Duomo. Emblema della città, il Duomo meneghino risale al 1300. Sono 3500 circa le statue che decorano il Duomo: un vero santuario per chi apprezza l'arte e la cultura.

Da lì dirigiti verso il Castello Sforzesco: storicamente simbolo del potere dei Signori meneghini, oggi il castello fa da sfondo a mostre e installazioni artistiche e culturali. Esso ospita numerosi musei: quello di Arte Antica, al pian terreno, quello degli Strumenti Musicali, della Preistoria ed Egizio. Infine, una parte del complesso architettonico è destinata alla Pinacoteca. Conclusa la visita, è d'obbligo una sosta per pranzo, magari con un brunch veloce in uno dei locali glamour della città. Il pomeriggio va dedicato allo shopping: la città pullula di boutique e negozi dei migliori marchi del fashion globale e made in Italy.

La serata non può che concludersi ai Navigli, costruiti per consentire la navigazione dalla città sino al lago di Como. Oggi rappresentano una delle zone più esclusive della vita notturna milanese: locali e ristoranti raffinati hanno scelto proprio i Navigli come location d'eccezione.

Giorno 2.

Il secondo giorno può cominciare con un'altra visita irrinunciabile, al Cenacolo dipinto da Leonardo Da Vinci. Tutti gli itinerari di Milano passano da qui: l'opera è conservata all'interno del convento di Santa Maria delle Grazie e, per preservarla nel tempo sono state adottate diverse misure di sicurezza. Possono ammirarla 25 persone per volta. L'ingresso di un nuovo gruppo avviene ogni 15 minuti.

L'arte a Milano non si esaurisce con il Cenacolo. Se ti stai interrogando su opere d'arte a Milano cosa vedere, fissa una tappa al Cimitero Monumentale. Qui ammiri diverse opere monumentali, realizzate in memoria di grandi personaggi storici come Alessandro Manzoni.

Dal cimitero puoi proseguire verso la darsena meneghina. La città fluviale ha sempre avuto nella darsena un crocevia commerciale: oggi, dopo Expo, è stata ristrutturata, acquisendo un volto nuovo molto contemporaneo.

Dopo un pranzo veloce alla darsena, è doveroso raggiungere la Galleria Vittorio Emanuele II, il vero salotto bene della città.

Giorno 3.

Prima di lasciare la città fai un giro per alcuni dei luoghi più insoliti di Milano, a partire da Palazzo Brusca Brusca. In perfetto stile Liberty, è tra i più suggestivi edifici di Milano. Merita una visita anche la Cripta di San Bernardino delle Ossa, dove ti immergi in un'atmosfera angusta e misteriosa.

Se ami le opere d'arte moderna raggiungi il Museo del '900. Il Museo è ospitato all'interno dei palazzi dell'Arengario e Reale, collegati fra loro da una passerella sospesa. Nelle sale sono allestite mostre permanenti di capolavori del ventesimo secolo. Dopo un pranzo rifocillante, muoviti verso Brera, uno dei quartieri milanesi più caratteristici, fatto di vicoli stretti e conservati in tutta la loro bellezza. Qui sorge la famosa pinacoteca, inserita all'interno di un palazzo che nel Settecento venne trasformato in centro culturale. Il palazzo cominciò ad accogliere numerose opere d'arte progressivamente, ma solo intorno agli anni '70 dello scorso secolo si trasformò in un luogo di grande prestigio. In quel decennio, infatti, vennero donate alla pinacoteca opere di Morandi, Modigliani, Braque e Carrà.

Gita fuori porta a Milano nella natura: dove andare?

Vuoi andare fuori Milano: cosa vedere gratis? Perché non raggiungi alcuni dei luoghi più belli d'Italia non troppo distanti dalla città? Fra le gite fuori porta a Milano, un posto d'eccellenza occupa Franciacorta. Il territorio della Franciacorta è un susseguirsi di paesaggi suggestivi e idilliaci, in cui godere del meritato relax fra vini e cantine.

In alternativa ci sono i laghi: opta per il lago Maggiore, per esempio; o per il Lago di Como; e, perché no?, per il suggestivo e rilassante Lago di Varese. Puoi andare alla scoperta del territorio intorno al lago organizzando una breve escursione oppure salendo a bordo di un battello che ti condurrà in una rilassante gita sull'acqua.

Offerte per viaggi 2019: organizza la tua vacanza e risparmia.

Gruppo Una ti prospetta un 2019 deluxe. Per le tue vacanze del 2019 le offerte non mancano: seleziona la tua città e la struttura ricettiva più idonea per il tuo soggiorno. Prenota una una camera a Maison Milano | UNA Esperienze, uno degli hotel marchiati UNAHOTELS o uno fra quelli UNAWAY: organizza il tuo viaggio ora per assicurarti un viaggio indimenticabile! 

TORNA A TUTTI GLI ARTICOLI